domenica 30 settembre 2012

Lo yin e lo yang secondo Begonia


Oggi ho finito di sistemare il mio tavolino per la bigiotteria mettendo a posto le varie perline, dividendole per colore eccetera... un lavoraccio!
Ho preso una scatolina quadrata e trasparente per le perle, ma quando l'ho riempita mi sono accorta che in mezzo a tutto quel bianco splendente c'era un intruso, qualcosa di piccolo e scuro... 



e subito ho pensato allo yin e allo yang (...e anche alla principessa sul pisello, a dire il vero). 

Tutto il mondo manifestato si regge sui due principi yin e yang;
  1. Lo yin e yang sono opposti: qualunque cosa ha un suo opposto, non assoluto, ma in termini comparativi. Nessuna cosa può essere completamente yin o completamente yang; essa contiene il seme per il proprio opposto. Per esempio, ogni uomo ha dentro di sé una parte femminile così come una donna una parte maschile.
  2. Lo yin e lo yang hanno radice uno nell'altro: sono interdipendenti, hanno origine reciproca, l'uno non può esistere senza l'altro. Per esempio, il giorno non può esistere senza la notte.
  3. Lo yin e lo yang diminuiscono e crescono: sono complementari, si consumano e si sostengono a vicenda, sono costantemente mantenuti in equilibrio. Però ci possono essere degli sbilanciamenti che creano problemi; i quattro possibili sbilanciamenti sono: eccesso di yin, eccesso di yang, insufficienza di yin, insufficienza di yang.
  4. Lo yin e lo yang si trasformano l'uno nell'altro: ad un certo punto, lo yin può trasformarsi nello yang e viceversa. Per esempio, la notte si trasforma in giorno; il calore in freddo; la vita in morte.
Ma senza una netta distinzione. (WIKIPEDIA)

Volete saperne di più? E' molto interessante, leggete qui http://it.wikipedia.org/wiki/Yin_e_yang
E questo è il simbolo grafico che li rappresenta 



Sapete, questa faccenda dello yin e dello yang io l'ho sempre trovata molto rassicurante, soprattutto quando ti ricorda che non esiste il buio senza un germe di luce, ma anche quando ti apre gli occhi e ti fa capire che non è tutto oro quello che luccica.

P.S. Sappiate però che non togliere l'intruso dalle perle mi costa, eh ;-) ma lo tengo come monito...













domenica 16 settembre 2012

Orecchini!


Buona domenica amici, oggi c'è un tempo strano che davvero fa pensare all'autunno vicino...
Ho fatto qualche foto degli orecchini che ho confezionato nei giorni scorsi. Sono molto semplici, quasi invisibili nella loro trasparenza :-)








Quanto mi piace fare queste piccole cose...


P.S. Ehi! Ho aggiunto un nuovo (BELLISSIMO) logo, grazie a PPB!



martedì 11 settembre 2012

Collana di perle rivisitata


Rivisitata in modo ultra semplice, direi. Un filo di ferro  rigido per le perle e della corda. Detto, fatto.







lunedì 10 settembre 2012

Il cassetto dei regali


Buongiorno a tutti. 
Non so perché, ma saranno già un paio di estati che comincio a pensare al Natale anzitempo; da ora, diciamo. Forse perché noi crafters abbiamo sempre sottomano qualche progettino da realizzare e ovviamente la prima funzione a cui si pensa è quella del regalo. In montagna avevo acquistato della stoffa tipica del posto e ho già cominciato a cucire dei cuori per decorare l'albero...





e ovviamente una cosa tira l'altra, dall'albero si passa ai doni e si riflette su cosa potrebbe piacere a chi. Qui subentra l'ottima idea di una mia amica, Noemi, la quale ha molto spirito pratico, è ben organizzata e come me aspira ad ottenere un buon risultato con... ehm... possibilmente uno sforzo minimo (cose da mamme che hanno poco tempo, insomma :-))
Allora, Noemi fa così: quando le capita di trovare qualcosa che le sembra adatto ai suoi cari o a possibili ricevitori di doni da parte sua, lo compra (anche se è giugno) e lo mette in un armadietto o in un cassetto (beh, a dire il vero non mi ricordo tanto bene dove lo mette) in attesa del momento propizio. Questo perché a volte ci sono offerte, oppure occasioni particolari di acquistare cose che magari non troveremmo mai più, men che meno sotto Natale quando si scatena la corsa ai regali. Via via il cassetto si riempie e quando arriva un compleanno o altra festività, va a cercare tra gli oggetti riposti... anche se le tocca fare un regalo improvvisato o non previsto, sicuramente nel suo armadietto  c'è qualcosa di adatto all'occasione!
Vantaggi: 
- RISPARMIARE evitando i giri folli all'ultimo minuto dove si viene spennati in cambio di una ciofeca qualsiasi
- SCEGLIERE con calma e pensare davvero alle persone a cui vogliamo donare qualcosa
- LIBERARSI DI OGGETTI che a noi non servono o non piacciono
E QUI SI APRE UN PUNTO CHE SO DOLENTE PER MOLTI, ovvero il tema del riciclo; ora vi dico come la penso io: se qualcuno ci ha fatto un regalo, qualcuno a cui teniamo e che sappiamo aver scelto quella cosa proprio per noi con amore, allora seppur orrendo, il dono dobbiamo tenercelo (beh... insomma.. a buon intenditor...) Se invece abbiamo ricevuto qualcosa un po' tipo catena di montaggio (vedi vaso aziendale, o bomboniera, o doppione di gioco per i figli che non possiamo cambiare o altre cose simili), ritengo sia più che giusto direzionare l'oggetto suddetto ad altro destinatario, perché
primo, potremmo far felice qualcuno con qualcosa che a casa nostra resterebbe in cantina ad ammuffire
secondo, contribuiamo allo scambio e al riutilizzo delle cose che già abbiamo senza doverne acquistare continuamente di nuove, concetto in cui io credo molto (vedi qui)
Grazie a tutto questo procedimento viene a crearsi un circolo virtuoso. Grazie Noemi!
Che ne pensate? 


domenica 9 settembre 2012

Esperimento pomodoro


Sono dispiaciuta di dovervi comunicare che il mio esperimento pomodoro 2012 non ha funzionato. Avevo interrato diversi mesi fa, credo a maggio, i semi del cuore di bue e dopo un inizio assai promettente ed un fogliame rigoglioso e profumato, mi sono ritrovata con due pomodori DUE: uno me lo sono già mangiato, era rossissimo e piccolo, però delizioso. Il secondo è questo qui



ancora appeso alla pianta, eternamente verde e soprattutto eternamente solo. Ho deciso di aspettare che maturi (campa cavallo) e poi di eliminare tutto l'insieme perché oltretutto occupa un sacco di spazio. Sicuramente ha influito il fatto che sono stata via un sacco di tempo, quest'estate, quindi le innaffiature sono state sporadiche seppur non assenti. Credo che il pomodoro richieda invece una cura assidua. O sbaglio?
Altro fattore fallimentare è stata secondo me la scelta del pomodoro; l'anno prossimo punterò sul san marzano o comunque qualcosa di taglia media, perché il cuore di bue forse fa troppa fatica in un vaso da balcone... i ciliegini li ho scartati perché mi hanno detto che vengono su con una buccia durissima...
e forse invece dei semi interrerò direttamente le piantine. Vedremo.
A voi come è andata? Urgono consigli per un'ortolana molto ignorante!


venerdì 7 settembre 2012

Altri lavori


Ieri mi sono sbizzarrita e ho creato due accessori che forse non metterò mai (soprattutto il fiore in testa che vedrei meglio su una bimba), ma mi piacciono tanto perché questa volta ho lasciato davvero libera la vena creativa!
Eccoli: dapprima una fascetta per capelli, fatta con vecchie t-shirt, un bottone e del nastro; poi, una collana un po' spagnola un po'garofano, magari da indossare una sera d'estate, a rinnovare un tubino nero...






CHE NE PENSATE?









mercoledì 5 settembre 2012

Corde e cordini


Carissimi,
presa da uno dei miei soliti raptus ho fatto quattro collane tutte basate su un intreccio di corda e cordini, che poi è un filone che potrebbe rivelarsi inesauribile. Tra l'altro è molto rilassante come lavoro manuale, ieri sera avrei intrecciato all'infinito!
Ho anche ripreso le cosine fatte col das e i centrini (queste qui) e ne ho utilizzate alcune come pendenti :-)














Mi scuso per la qualità delle foto, ho dovuto farle col cellulare perché la macchinetta al momento è inutilizzabile...
A presto!